Festa dell'Albero

E’ DI NUOVO TEMPO DI MAP.. e +7000 FIORI PER TE

12 Marzo 2021

Con l’inizio del mese di marzo Legambiente Vicenza darà avvio alla fase operativa del progetto “Mappare Attivarsi Piantare + 7000 fiori” che dal 2018 ha l’obiettivo di promuovere la biodiversità e di valorizzare gli ambienti naturali nei contesti urbani.

 

 

Quest’anno abbiamo concentrato l’attenzione sugli insetti impollinatori, specie fondamentale per il benessere degli ecosistemi e per la nostra stessa società, ma che per la sensibilità alle alterazioni dell’ambiente naturale è in grave declino.

 

Il progetto ha l’obiettivo di creare un corridoio verde per gli impollinatori che si estenda da Vicenza a Isola Vicentina, coinvolgendo in particolare Parco Retrone e Parco dell’ex Colonia Bedin, il Lavandeto della Lobia e il Convento di Santa Maria del Cengio.

In tali luoghi, aree selezionate verranno, infatti, convertite in prato fiorito, attraverso la semina di piante autoctone specifiche per gli insetti impollinatori, con l’installazione in loco di apposita cartellonistica illustrativa a beneficio della comunità.

 

Il progetto nasce proprio con l’intento di coinvolgere la cittadinanza in attività di “citizen science” ambientale, permettendo la partecipazione attiva al miglioramento del contesto urbano frequentato quotidianamente, con azioni semplici ma dal forte impatto.

Pertanto, ogni privato cittadino interessato potrà prendere parte all’iniziativa che verrà coordinata dai nostri volontari.

 

Il progetto si inserisce nel contesto di iniziative simili in forte espansione non solo a livello nazionale ma anche europeo, promosse trasversalmente da associazioni di volontariato e da enti universitari. Nascono dalla crescente consapevolezza dell’importanza di salvaguardare gli habitat naturali e gli ecosistemi ad essi connessi anche nei contesti urbani, al fine di permettere un’armoniosa convivenza.

Con questo progetto, Legambiente Vicenza intende rispondere a questa comune esigenza e portare tale esperienza anche nella nostra città. I privati cittadini, ampliando le loro conoscenze sul tema e partecipando attivamente, diventano attori diretti della cura dell’ambiente nel quale vivono e si fanno parte attiva nello sviluppo di una convivenza più sostenibile.

Scarica il pieghevole cliccando qui

Parliamo di...