ASSEMBLEA 10 NOVEMBRE: L’UNIONE FA LA FORZA!

Il 10 novembre si è tenuto presso Porto Burci un momento di confronto tra soci e simpatizzanti dei circoli Legambiente e Festambiente Vicenza. L’assemblea informale è stata convocata con l’intento di raccontare quanto i circoli hanno realizzato fino ad ora e fare il punto sulla situazione associativa.
La prima importante comunicazione che è stata rivolta ai presenti è stata la decisione condivisa dei due Consigli Direttivi, di “unificare” le due associazioni Legambiente Volontariato Vicenza Onlus e Festambiente Vicenza APS. Da gennaio 2019 infatti avremo un solo circolo che prenderà il nome di Legambiente Vicenza (APS).
Questa importante ma necessaria scelta è stata dettata da diverse motivazioni quali ad esempio l’oggettiva complessità di coordinare i due circoli dal punto di vista politico, comunicativo ed in particolare economico. Venendo a mancare la realizzazione di Festambiente non si rende più necessaria la separazione di bilancio, e dal punto di vista economico avere due circoli significava avere il doppio degli adempimenti contabili e normativi, un impegno non da poco!
Un altro aspetto importante da considerare è la necessità di adeguarsi alla nuova normativa relativa alla riforma del terzo settore. Legambiente Nazionale infatti ha esplicitamente chiesto che la maggior parte dei circoli locali, se non tutti, diventino APS (Associazione di Promozione Sociale). Risultando Festambiente Vicenza già una APS si è perciò deciso che la soluzione più pratica fosse quella di mantenere questo circolo e chiudere Legambiente Volontariato Vicenza Onlus. Una volta completata la procedura modificheremo il nome da Festambiente Vicenza APS a Legambiente Vicenza APS. A sostegno della decisione di mantenere in vita il circolo Festambiente Vicenza APS, ci sta il fatto che quest’ultima risulta intestataria del progetto di gestione di Porto Burci. Per quanto riguarda invece la convenzione in essere del circolo Legambiente Volontariato Vicenza Onlus con il Comune di Vicenza, per la regolare attività di pulizia di Parco Retrone, risulta più facile il passaggio di intestatario.
A risolvere l’intera procedura sarà l’Assemblea Straordinaria dei Soci indetta per il 15 dicembre 2018, sempre presso Porto Burci, durante la quale verrà chiuso il circolo Legambiente Volontariato Vicenza Onlus. I fondi residui dell’associazione verranno destinati come da Statuto a Legambiente Veneto il quale li ridepositerà in seguito presso il nuovo circolo Legambiente Vicenza APS. Successivamente con una seconda Assemblea verrà cambiato il nome all’associazione e saranno fatte tutte le modifiche necessarie allo Statuto. Il nome di Festambiente Vicenza rimarrà tuttavia scritto sulle tessere associative fino al prossimo rinnovo.
L’incontro del 10 novembre, che ha visto la partecipazione di molti soci e simpatizzanti, è stata l’occasione per raccontare le numerose iniziative realizzate a partire dal settembre 2017 ad oggi, facendo in particolare riferimento all’impegno che ha comportato il trasferimento di sede e l’avvio delle attività associative presso il nuovo Centro Culturale e Ambientale che oggi ci ospita: Porto Burci.

Cosa abbiamo fatto nel 2018 fino ad oggi
Da maggio abbiamo stabilito la nostra sede associativa presso Porto Burci, il nuovo Centro Culturale e Ambientale che vede Festambiente Vicenza capofila del progetto di gestione.
Come sempre facciamo regolare attività di pulizia di Parco Retrone, chiunque voglia darci una mano è il benvenuto!
Il 1 maggio abbiamo organizzato la prima Magnalonga di Festambiente Vicenza e due appuntamenti conviviali di #Stuzzicambiente. Inoltre abbiamo supportato l’interessante e creativa iniziativa del Burchiello, un mercato tematico presso il giardino di Porto Burci.
Siamo sempre presenti a supporto delle iniziative e delle manifestazioni sulla questione PFAS, coordinandoci con Legambiente Veneto e gli altri circoli territoriali.
A settembre abbiamo organizzato ben tre giornate di cittadinanza attiva per la campagna Puliamo il Mondo e la prossima settimana saremo presso la Scuola Primaria Vittorino Da Feltre per la Festa dell’Albero 2018.
Abbiamo rafforzato il rapporto con il Settore Ambiente del Comune di Vicenza, attraverso lo Sportello Sostenibilità organizzando molte iniziative quali M’illumino di Meno, Domenica Senz’auto, Energy Days e Progetto Epicuro del quale siamo partner assieme al progetto Veneto Adapt.
Abbiamo inoltre rafforzato il rapporto con la Cooperativa Insieme, con la quale siamo anche partner del progetto europeo SURFACE.
Grazie all’impegno di Martina, Elena ed Alessandra e alla fondamentale guida di Rossana, continuiamo a mantenere attiva la Newsletter dell’associazione. Fino al termine dello scorso anno di Servizio Civile abbiamo attivato una rassegna stampa sui temi dell’acqua, aria e mobilità che speriamo di riattivare non appena possibile.
Stiamo portando a conclusione il progetto europeo Captor, per il monitoraggio dell’ozono troposferico nelle aree rurali e lavorando ad un dossier sulla qualità dell’aria a Vicenza. Infine, nel mese di dicembre svilupperemo assieme al Liceo Quadri la campagna “Io sono Legale” sull’utilizzo dei sacchetti biodegradabili per il confezionamento degli alimenti sfusi con approfondimento sulla chimica verde.

Il prossimo futuro ci vedrà impegnati in un progetto finanziato per la Coop sul tema dell’acqua, come preziosa risorsa da tutelare e valorizzare.
Tra gennaio e febbraio partirà un corso per la formazione di educatori ambientali, finanziato da Cariverona e rivolto a giovani tra i 16 e i 29 anni che non studiano e non lavorano, ma che sarà aperto anche ad altre persone che vorranno parteciparvi.
IL 15 gennaio avrà inizio il prossimo progetto di Servizio Civile che vedrà una squadra di circa nove volontari (distribuiti tra Festambiente Vicenza, Arci Servizio Civile e FAMI) che svolgeranno i loro progetti presso Porto Burci.

Quali proposte per il futuro dell’associazione?

L’unione dei due circoli e l’avvio di una nuova Legambiente Vicenza sarà una bella opportunità per ripartire con slancio verso il futuro! L’associazione infatti necessita di tutto il sostegno possibile per ristrutturarsi e rilanciare nuovi progetti ed iniziative che coinvolgano il territorio.
Durante l’assemblea sono state accolte le osservazioni dei presenti, molte sono le aspettative rivolte alla nostra associazione.
Su tutte emerge la necessità di costruire una rete di conoscenze, competenze, energie ed opportunità. È vero che esistono molte realtà che si occupano, a vario titolo, di tutela dell’ambiente e dei diritti e della salute dei cittadini, ed è con queste che potremmo aprire un proficuo dialogo per affrontare in modo più trasversale le vertenze che interessano il nostro territorio. Non dobbiamo dimenticare però che con l’avvio delle attività a Porto Burci abbiamo già avviato un importante percorso di condivisione facendo rete proprio con le associazioni che assieme a noi contribuiscono ogni giorno ad arricchire il programma culturale della nostra città.
Un altro aspetto emerso è la sensazione che l’associazione non sia sempre presente e attiva sul fronte della comunicazione alla cittadinanza e con l’amministrazione. C’è chi ha evidenziato la necessità di avere un ruolo più incisivo nella vita della nostra città, uscendo con comunicati stampa e prendendo posizione, anche politicamente, su quelle che sono le vertenze territoriali che da anni stanno consumando la città di Vicenza.
Le tematiche maggiormente sentite dai presenti e per le quali l’associazione dovrebbe impegnarsi sono principalmente la qualità dell’aria, dell’acqua, il consumo di suolo e la produzione e lo smaltimento dei rifiuti. Su quest’ultimo punto in particolare emerge una riflessione sulla necessità di insistere sulla cittadinanza, sembra infatti che ci sia una drammatica carenza di conoscenze sulla questione rifiuti. Il problema dovrebbe essere affrontato dunque dal punto di vista culturale, lavorando sulla mentalità e sull’approccio dei cittadini. Molte di queste sono tematiche sulle quali l’associazione è già molto presente, tuttavia si potrebbe rafforzare l’aspetto legato alla comunicazione e alla sensibilizzazione dei cittadini.
Per quanto riguarda lo storico festival, qualcuno si è espresso con nostalgia, sentimento condiviso da molti e giustificato, altri hanno contribuito al dibattito con interessanti suggerimenti per l’attività futura dell’associazione.
Quanto emerso delinea il bisogno di rinnovamento e di attivismo concreto, l’associazione deve aprirsi al confronto con altre realtà e deve essere maggiormente presente sul territorio, una sfida non da poco!
Ci aspetta perciò un anno di grandi cambiamenti ed abbiamo bisogno di tutti voi per riaccendere l’energia che da sempre ci contraddistingue nel segno dei valori della tutela dell’ambiente e dei cittadini!

A tutti i soci: ci vediamo il 15 DICEMBRE a Porto Burci, alle ore 16.00, per chi non potrà esserci assicuratevi di lasciare una delega a qualcuno di fiducia. Ogni voto è importante!
Da qui si riparte per progettare il futuro dell’associazione.
Rimbocchiamoci le maniche dunque! E AVANTI TUTTA!

 

Martina Sartori

Share


Posted 14 novembre 2018 by Festambiente in category "Nostre iniziative", "Tesseramento