maggio 12

CONTINUA LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FIRME DI LEGAMBIENTE CONTRO L’INQUINAMENTO DA PFAS IL 14 MAGGIO CI SARÀ LA SECONDA EDIZIONE DELLA MARCIA DEI pFIORI!

La campagna #BASTAPFAS organizzata da Legambiente Veneto e dal Coordinamento Acqua Libera dai PFAS, è in piena attività: decine gli appuntamenti previsti per i prossimi due mesi organizzati su tutto il territorio interessato a supporto della raccolta firme per la petizione #BASTAPFAS!
Con questa petizione si chiede al Ministero della Salute e al Ministero dell’Ambiente una legge che imponga limiti ai PFAS nelle falde e limiti allo scarico che siano uniformati ai valori più restrittivi vigenti. Inoltre si chiede al Presidente della Giunta Regionale del Veneto che gli acquedotti contaminati dalla presenza di PFAS vengano urgentemente allacciati a fonti di approvvigionamento non inquinate.

In questi giorni sono previsti due appuntamenti importanti: l’11 maggio a Creazzo, si è svolto un incontro informativo dal titolo “Nella terra dei PFAS, Acqua Bene Primario-Patrimonio Inestimabile” e il 12 maggio a Lonigo ci sarà una serata dedicata all’approfondimento della relazione approvata a febbraio dalla Commissione Ecomafie, con ospiti di rilievo appartenenti ai diversi fronti interessati dal problema.
Entrambi gli appuntamenti sono stati organizzati in vista della “MARCIA dei pFIORI” che si terrà il 14 maggio con partenza da Montecchio Maggiore fino a raggiungere Trissino (VI). Sarà una grande mobilitazione regionale per la difesa dell’acqua, bene primario che non può essere inquinato da pochi a danno di tutti. Il 14 maggio è stato eletto come il #BASTAPFAS DAY e Legambiente, tra i promotori di questa seconda edizione della marcia, sarà presente IN NOME DEL POPOLO INQUINATO ed invita tutti i cittadini del Veneto a partecipare ed a sfilare pacificamente, a piedi o in bici, tra le strade e le piazze dei comuni maggiormente colpiti.
Con questa manifestazione le associazioni organizzatrici, ma anche mamme, genitori, cittadini attivi, comitati, altre associazioni e vari movimenti, chiedono venga garantito l’approvvigionamento dell’acqua potabile e irrigua da fonti sicure; chiedono anche che i limiti dei PFAS siano portati a zero; che sia dato libero accesso alle analisi del sangue a tutti i cittadini nell’area contaminata; che venga messo in atto il sequestro della Miteni e sia bonificato il territorio su cui sorge l’azienda a tutela pure dei suoi lavoratori; che la stessa paghi gli ingenti costi passati, presenti e futuri dei filtri a carboni attivi, per l’intervento di bonifica dell’area contaminata e relativamente a tutte le spese sanitarie.

La partenza in bicicletta è prevista per le ore 9,30 da PIAZZA DEL DUOMO a MONTECCHIO MAGGIORE (VI) con assembramento alle ore 10.30 nel piazzale fronte MITENI. Alle 11 partirà il corteo a piedi e con bici al seguito (a mano), fino al centro di Trissino (VI), dove di fronte al Municipio si svolgerà un dibattito informativo e un’installazione allegorica.
A questo link trovate l’evento facebook della marcia, con tutte le informazioni necessarie per raggiungere il luogo della partenza.

Per chi non avesse ancora sottoscritto la petizione è possibile farlo qui!

E non dimentichiamoci che…l’acqua è un bene primario: chi inquina paghi!

Martina Sartori

Share


Posted 12 maggio 2017 by Festambiente in category "Inquinamento e rifiuti